Le domande più frequenti

Mio figlio/a può stare in camera con i suoi amici/che?

Certo, dopo che tutti sono arrivati all’Ostello e una volta partiti i genitori, gli educatori e i ragazzi creano insieme la composizione delle camere, che viene effettuata senza imposizioni e senza dividere gruppetti di amici/amiche, che magari non vedono l’ora di vivere una settimana in camera insieme.

Se la settimana verde è la prima esperienza lontano dai genitori durante il soggiorno può arrivare anche la nostalgia.

Ci raccomandiamo sempre con i genitori di non forzare i propri figli a fare la settimana verde senza che loro stessi ne siano convinti.I bambini/e che si iscrivono devono avere voglia di partecipare a una settimana di vacanza in autonomia! A volte capita che, anche bambini/e convinti/e possano, una volta avvenuto il distacco dai genitori, soprattutto se è la prima esperienza di autonomia, provare nostalgia.C’è la nostalgia momentanea, che passa, magari con una semplice telefonata del genitore e quella che richiede un sostegno maggiore da parte dei genitori e degli educatori.

Nel caso un bimbo/a non riesca a concludere la settimana verde non è una tragedia, probabilmente non è ancora pronto! Magari l’anno successivo lo sarà!

Mio figlio utilizza alcuni farmaci specifici, come gestite questo aspetto?

I bambini/ragazzi, che hanno la necessità di assumere quotidianamente dei farmaci specifici, devono comunicarlo agli organizzatori specificandolo nel modulo di iscrizione e possono consegnare i farmaci agli organizzatori il giorno della partenza.

Come vi comportate nel caso insorga un problema di salute durante la settimana verde?

Può capitare che durante la settimana verde ad un bambino/ragazzo possa venire la febbre o un mal di testa. In questo caso chiamiamo subito i genitori e insieme decidiamo se dare un farmaco e quale. Con noi abbiamo sempre un kit di primo soccorso (uno presso l’ostello e una valigetta per le escursioni) e alcuni farmaci di uso comune come ad esempio la tachipirina. Inoltre in caso di bisogno ad 1 km dall’ostello si trovano la farmacia e un ambulatorio pediatrico.

Come posso comunicare con mio figlio/a?

Potete chiamare i vostri figli tutti i giorni dalle 20.45 alle 22, chiamando i numeri di Roberta, Massimo e degli educatori presenti durante la settimana verde(l’elenco completo dei numeri viene consegnato ai genitori il giorno della partenza).In caso di necessità potete chiamare anche in altre fasce orarie. Può capitare di non ricevere risposta immediata, chiamando fuori dalla fascia oraria consigliata, in quanto gli educatori possono essere in piscina con i ragazzi o magari non c’è campo durante un’escursione nel parco. In questo caso vi consigliamo di inviare un sms per essere richiamati.In caso di bisogno i ragazzi possono sempre chiamare i genitori utilizzando i cellulari degli educatori. Importante: chiediamo cortesemente di effettuare al massimo una chiamata al giorno per ciascun ragazzo.

Cosa dobbiamo mettere in valigia?

La lista completa delle cose la portare la puoi trovare in questa pagina

Come va effettuato il pagamento? Devo versare una caparra?

Non vanno versate caparre. Il pagamento va effettuato per intero possibilmente prima del 31 maggio.Si può pagare direttamente durante gli INCONTRI DI PRESENTAZIONE o nelle GIORNATE DI ISCRIZIONE oppure tramite BONIFICO BANCARIO.Consigliamo di visitare la pagina COSTO E MODALITA’ DI PAGAMENTO per maggiori informazioni.

Se mio figlio il giorno prima di partire ha la febbre e non riesce a partire perdiamo l’intera quota versata?

In primo luogo chiediamo ai genitori di scegliere un’altra settimana verde. Se questo non è possibile (magari nelle altre settimane non c’è posto o non ci sono i propri amici) la Calycanthus Soc. Coop. provvederà a restituire il 75% della quota versata trattenendone il 25%. La restituzione avverrà tramite bonifico al termine di tutte le settimane verdi.

Share This